Squadra Starter

Una delle domande più frequenti che ricevo in questa fase di attesa della nuova edizione di FIFA è certamente quella che riguarda quale tipologia di team utilizzare agli inizi del gioco. Molti diranno, senza esitazione, di scegliere una Premier League perché nel corso dell’anno ci saranno sicuramente un sacco di giocatori speciali molto forti legati a questo campionato ed anche le carte di partenza tendono ad essere “nate sotto una buona stella” rispetto alle concorrenti continentali. Siamo perfettamente consapevoli del “debole” che l’EA ha nei confronti della Premier League, ma sappiamo anche che proprio per questo il costo di una squadra d’oltremanica sarà certamente elevato e quindi non adatto a tutte le tasche.

Al tempo stesso sappiamo bene quanto fondamentale sia partire con il piede giusto con la compravendita, poiché disporre di molti crediti iniziali ci permetterà di operare massivamente sul mercato, di iniziare subito a “navigare” con la pila trasferimenti sempre piena e potremo anche accumulare qualche giocatore da rivendere a ridosso delle prime WL. Insomma vige la regola “soldo chiama soldo” e proprio in virtù di ciò dovremo essere abili a strizzare ogni centesimo accumulato e pazienza se inizialmente dovremo accontentarci di un team starter più modesto.

Anche perché uno degli errori più comuni che fanno molti players è quello di concentrarsi sullo starter senza pensare ai passi successivi, ossia gli upgrade. Dopo i primi giorni di gioco infatti bene o male capiremo la direzione del meta di questa edizione di FIFA ed inizieremo a pensare a come potenziare il nostro team, ma ovviamente chi ha scelto una più costosa Premier League si ritroverà anche ad avere a che fare con upgrade più costosi.

Tutte le strade portano quindi a scartare l’idea di iniziare FIFA21 con il campionato Inglese, quello che invece consiglio è di scegliere tra queste tre opzioni:

– Campionato Francese : La Ligue 1 è un campionato starter storicamente molto cheap, ma che tende a nascondere sorprese interessanti e soprattutto è facilissimo da ibridare per nazionalità, rendendo di conseguenza molto comodi anche gli upgrade futuri, sia ricercati che sculati in qualche pacchetto. Ad esempio trovare Martial e costruirci una Premier League intorno ha il suo bel costo, incastonarlo in una squadra francese è invece certamente più economico. Se poi consideriamo che molti dei giocatori più forti/buggati del gioco sono francesi (basti pensare ai vari Mbappè, Ben Yedder, Kantè, Dembelè, Mendy e potrei andare avanti ancora a lungo) allora anche la futura strada che conduce alla squadra vera e propria è praticamente spianata, rendendo questa opzione la mia preferita.

– Sculata : All’avvio del gioco vi verranno assegnate delle carte “base”, a cui potrete sommare le carte trovate nei pacchetti iniziali che vi spettano se avete giocato le precedenti edizioni di FIFA. I più fortunati da questo “mucchio” potrebbero fare la classica sculata e ritrovarsi un giocatore molto forte, ma non scambiabile. In tal caso potreste scegliere di costruire la rosa intorno a questo campione, cercando di adattare quel che avete trovato per poi ricorrere al mercato solo per tappare i buchi di ruolo lasciati scoperti. Ovviamente non potete “scegliere” di sculare, ma potreste comunque adottare questo metodo per massimizzare il risparmio iniziale, consapevoli però che difficilmente farete upgrade comodi e ad un certo punto (consiglio dopo il black-friday) dovrete fare numerosi cambi di formazione.

– Ibrida : La terza strada percorribile è quella di scegliere una formazione-Frankenstein composta da diversi elementi prelevati da vari campionati, inclusi quelli di seconda fascia (spesso troppo sottovalutati). Sfruttando i moduli più elastici e ragionando per triangoli (ad esempio ATT-ES-CC, oppure TD-DC-CDC) avrete modo di creare degli incastri davvero ingegnosi, magari sfruttando la colonia brasiliana della CSL o quella della LigaNOS, e così facendo riuscirete sicuramente a coniugare una buona starter ed un bel risparmio di crediti. Anche in questo caso lo svantaggio è che i triangoli formati difficilmente concederanno comodi upgrade, quindi quando sarà il momento di fare dei cambi saranno probabilmente numerosi.

Ovviamente siete sempre liberi di creare delle rose full SerieA o magari andare a pescare squadre esotiche turche o magari olandesi, ma a mio avviso il modo più efficiente di iniziare la nostra avventura FUT in FIFA 21 è quello di startare con una Ligue1, per poi potenziarla di volta in volta grazie ai crediti che macineremo con la nostra consueta compravendita. A tal proposito, vi ricordo che mi troverete live la mattina su Twitch (www.twitch.tv/benwolfers) … non mancare!